Ponti tibetani

Percorri i nostri ponti tibetani, sarà come stare tra le alte cime dell’Himalaya. Il ponte tibetano ha origini antichissime. Nasce sull' Himalaya, dove ci sono le montagne più alte del mondo. E' struttura di collegamento costituita da una fune che ha funzione di marciapiede e da due funi/mancorrenti laterali superiori distanziate di circa un metro da quella marciapiede.

Le tre funi, poste a triangolo, sono solidarizzate da stralli laterali distanziati l’uno dall’altro da 50 a 100 cm. In una tale struttura l’oscillazione è inversamente proporzionale al carico di tensione: più tese sono le funi, più stabile è il ponte, in quanto si riducono le oscillazioni laterali, in particolar modo nella sezione centrale.
Secondo il libro del Guinness dei Primati il ponte tibetano più lungo del mondo sarebbe quello costruito tra il promontorio di Santa Margherita a Procida e l'isolotto di Vivara. Il ponte, lungo 362 metri, fu realizzato tra il 2 e il 10 luglio 2001 utilizzando 40 tubi innocenti, 40 morsetti, 34 picchetti di un metro e mezzo, 2.500 metri di corda, 500 m di cavi d’acciaio, 1 trivella e 1 verricello. Tuttavia un ponte ancora più lungo (pubblicizzato come il piu' lungo del mondo) è stato costuito a Claviere. La lunghezza complessiva della struttura e' di poco inferiore ai 500 metri, ed e' composta da un primo tratto di 70 metri immediatamente seguito da un ponte sospeso della lunghezza di 408 metri

 

Acquista il biglietto online

Scopri l'e-commerce di Parco Avventura Bergamo

Acquista ora